UNO L'Università a Oristano

Consorzio UNO - L'Università a Oristano

Menu principale

L'Università a Oristano

UNOrienta

Servizi

Servizi OnLine

Ricerca e Territorio

Multimedia

Notizie e Rassegna stampa

Contatti

Trasparenza


Home > Notizie e Rassegna stampa > Rassegna Stampa > 2017 > Università da salvare e ripensare
Stampa il contenuto

Università da salvare e ripensare

4 gennaio 2017

Daniela Forma: «Decentrare e lottare contro lo spopolamento».
Bornioli: «Un sistema sotto attacco»
di Francesco Pirisi

NUORO. La vertenza riaperta sul futuro dell’università proietta una luce tremula su quanto succede nei tavoli tematici della Regione per il Piano di rilancio del Nuorese, firmato nel luglio scorso. All'interno anche gli interventi sia per il campus, sia per la Scuola forestale, che si ritiene un puntello solido per il corso di Scienze ambientali e forestali. Il ruolino di marcia della presidenza della Regione ha previsto ora il lavoro del nucleo di valutazione (con i responsabili dei fondi dell'Unione Europea) dei singoli progetti usciti con i punteggi più alti dall’esame della cabina di regia del partenariato territoriale. Pigliaru ci ha scommesso una parte del programma di governo. Tanto più che si tratta di un’azione per la sua terra d'origine, in un cammino di sviluppo dove le penalità economiche e sociali ne spostano sempre in avanti il traguardo. Il Nuorese gli chiede una maggior immedesimazione nelle problematiche diffuse tra le comunità. È di ieri la denuncia del presidente della Confindustria della Sardegna centrale, Roberto Bornioli, che parla di «un sistema scuola-istruzione-formazione sotto attacco e degli effetti negativi anche per il settore dell'impresa».

Tra una critica e un richiamo a Pigliaru a dare valore nell'operare anche ai sentimenti per la propria terra, entra spedito nella vertenza il consigliere Pietro Pittalis, Forza Italia, all’opposizione in Consiglio regionale: «Sì, abbiamo entrambi le radici a Orune. La differenza è che lui viene dalle ovattate stanze dell’università, mentre io vivo nel territorio, mi metto i gambali e ne colgo sofferenze e disagi». Oltre le metafore pastorali, l’idea di Pittalis è che quanto si dice sul progetto di rilancio del Nuorese non sia né concreto, né certo nei tempi: «Un mese fa i dirigenti degli imprenditori e dei sindacati ci hanno domandato di sollecitare l’impegno della giunta regionale. Da Cagliari ora hanno dato appuntamento a metà gennaio. Non dicono che il finanziamento dei progetti è legato ai fondi europei, le cui azioni non sono state avviate».
I soldi sono i 55 milioni di euro entrati nell'accordo di luglio, che si dilatano sino a oltre 80 grazie a una fetta delle risorse del Patto per la Sardegna e la conferma di alcuni interventi già finanziati dall'esecutivo.

La Regione li dà per sicuri e veloci nel trasferimento, tanto da far credere che nel 2017 partiranno i bandi per ottenere le risorse. I tagli di questi anni hanno però creato diffidenza. Presente all'interno della stessa maggioranza di centro-sinistra, che governa la Regione.
Daniela Forma, Pd: «C’è la necessità di riscoprire le ragioni storiche e sociali che hanno portato alla creazione del consorzio per gli studi universitari a Nuoro. L’obiettivo è stato sì di decentrare la formazione, ma insieme di lottare contro lo spopolamento». L’alt alla politica della suddivisione degli averi senza una prospettiva si porta dietro la paura che gli ultimi deliberati della giunta possano essere l'inizio di una riduzione delle attività. I successivi passi del progetto di rilancio sono visti come un banco di prova. L’avvio dei lavori per la scuola forestale potrà essere la prima risposta. La seconda il campus universitario, anche se pende sul decollo dell’opera la scelta dell’amministrazione di spostarlo dall’ex Artiglieria al mulino Gallisai.


CONSORZIO UNO Chiostro del Carmine, via Carmine - Oristano, Codice fiscale: 90021620951 - Partita IVA: 01128230958 - Iscritto al Registro Imprese di Oristano, n. 90021620951 - REA: OR - 113742
Centralino: tel. 0783 778005 - Segreteria studenti: tel. 0783 779086, Email segreteria@consorziouno.it - Privacy policy - Credits - webmail webmail