UNO L'Università a Oristano

Consorzio UNO - L'Università a Oristano

Menu principale

L'Università a Oristano

UNOrienta

Servizi

Servizi OnLine

Ricerca e Territorio

Multimedia

Notizie e Rassegna stampa

Contatti

Trasparenza


Home > Notizie e Rassegna stampa > Rassegna Stampa > 2017 > Università, suddivisi i fondi: tagli agli atenei lombardi, guadagnano quelli del Sud
Stampa il contenuto

Università, suddivisi i fondi: tagli agli atenei lombardi, guadagnano quelli del Sud

2 gennaio 2017

Pubblicata la ripartizione basata sul merito. Il primato resta a Bologna, seguita dalla Sapienza di Roma: sfiorano i cento milioni. Balzo in avanti di Napoli, rosicchiano risorse anche in Sicilia

ARRIVANO i finanziamenti alle università in base al merito e non mancano le sorprese. Parecchi atenei del Sud recuperano posizioni (e milioni di euro) nel ranking nazionale mentre alcuni atenei eccellenti segnano il passo. Quasi tutte le università lombarde sono costrette a rinunciare ad una fetta più o meno grande del budget premiale conquistato nel del 2015, mentre gli atenei campani e siciliani rosicchiano preziose risorse economiche. Il decreto sulla ripartizione delle somme riguardanti il Fondo di finanziamento ordinario (Ffo) statale per il 2016 è arrivato tre giorni fa, lo scorso 30 dicembre. Restano in testa l'Alma Mater di Bologna, con quasi 100 milioni di quota premiale (pari al 7 per cento dell'intera torta) e La Sapienza di Roma, con 92,5 milioni, che incrementano il tesoretto entrambe di 5 milioni rispetto al 2015.

Tra gli atenei che fanno il maggiore balzo in avanti in termini assoluti troviamo la Federico II, che mette a segno un più 9,2 milioni di quota premiale, e quello di Messina (più 7 milioni), seguite dall'università di Torino e la seconda università (Vanvitelli) di Napoli. In termini relativi, sono gli atenei di Messina (37 per cento in più di quota premiale rispetto all'anno scorso) e Catanzaro (più 33 per cento) a fornire le migliori performance. Quest'anno, la quota premiale del Fondo di finanziamento ordinario statale che arriva direttamente nelle casse degli atenei pubblici ha toccato quota 20 per cento: 1,4 miliardi di euro sui circa 7 miliardi complessivi destinati all'università dallo Stato.

Leggi l'articolo integrale su repubblica.it

 


CONSORZIO UNO Chiostro del Carmine, via Carmine - Oristano, Codice fiscale: 90021620951 - Partita IVA: 01128230958 - Iscritto al Registro Imprese di Oristano, n. 90021620951 - REA: OR - 113742
Centralino: tel. 0783 778005 - Segreteria studenti: tel. 0783 779086, Email segreteria@consorziouno.it - Privacy policy - Credits - webmail webmail