UNO L'Università a Oristano

Consorzio UNO - L'Università a Oristano

Menu principale

L'Università a Oristano

UNOrienta

Servizi

Servizi OnLine

Ricerca e Territorio

Multimedia

Notizie e Rassegna stampa

Contatti

Trasparenza


Home > Notizie e Rassegna stampa > Rassegna Stampa > 2017 > «Il Chiostro del Carmine è la casa dell’Università»
Stampa il contenuto

«Il Chiostro del Carmine è la casa dell’Università»

26 gennaio 2017

Nuovo botta e risposta fra il Consorzio Uno e il commissario della Provincia

Oristano - Il Consorzio Uno non andrà via dal Chiostro del Carmine: la sua permanenza è prevista dallo Statuto e dalle delibere dell’Amministrazione provinciale. Lo ha detto il presidente del Consorzio universitario, Gianvalerio Sanna, nel corso dell’affollata assemblea promossa dall’ente dopo la diffida della Provincia a lasciare i locali di via Carmine.

IL PRESIDENTE Gianvalerio Sanna ha ripercorso il cammino dei 20 anni dell’università, nata per far crescere un territorio e dare nuove opportunità di studio in Sardegna. Ha ricordato che l’interesse primario del Consorzio rimane quello di garantire l’istruzione e il proseguo dei corsi agli attuali oltre 800 studenti. «In questi 20 anni si sono laureati 1.020 ragazzi - ha ricordato Sanna - e molti di loro hanno trovato anche lavoro». Ha osservato come il Consiglio direttivo non percepisce indennità e ribadito che se la Provincia ha necessità di risorse deve chiederle alla Regione. Infine ha messo in evidenza un pericolo che arriva da Cagliari: l’università vorrebbe creare alcuni corsi con una parte delle specificità che possiede Oristano. «La vostra presenza dimostra che questa istituzione appartiene a voi», ha detto Sanna.

IL COMMISSARIO Massimo Torrente ha ricordato come la decisione del canone sia stata presa dalla precedente amministrazione e che la richiesta dell’affitto è legata alla razionalizzazione delle partecipate. Ha confermato che la Provincia farà il possibile per trovare un accordo.

I COMMENTI Analogo il discorso di Guido Tendas, che ha invitato le parti a sedersi al tavolo e trovare una soluzione. I docenti Giuseppe Melis, Annalisa Del Pin e Raimondo Zucca hanno ribadito che Oristano «è oggi un gioiello a livello regionale e va tutelato e difeso ad ogni costo». Il deputato Caterina Pes ha sollecitato «un tavolo tecnico, nell’interesse degli studenti e dei lavoratori». Il consigliere regionale Franco Sabatini ha ricordato che «l’Università di Oristano è un presidio culturale strategico e fondamentale per il territorio. Non può venire meno un servizio che per vent’anni ha garantito la formazione ». (e. s.)


Ultime Notizie

TVEA: Corso di formazione sulla Fermentazione Malolattica TVEA: Corso di formazione sulla Fermentazione Malolattica
14 giugno 2018 - Venerdì 22 giugno, dalle ore 9.30 presso l'Aula Pampaloni del Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Sassari, si terrà il corso sulla Fermentazione Malolattica organizzata in collaborazione con la divisione Enologia di Lallemand della “Scuola della Fermentazione Malolattica” (“ML School”).

07/06/2018 UNOrienta 2018: 7000 studenti e tante attività a favore di scelte consapevoli

29/05/2018 EGST: ha preso il via il laboratorio di Web Marketing Turistico

29/05/2018 EGST: blogging day con Clelia Mattana, elenco ammessi

25/05/2018 Aperiturismo: "Forme e tipicità dell'accoglienza in Sardegna"

24/05/2018 EGST: elenco ammessi al laboratorio di Web Marketing Turistico

22/05/2018 TVEA VE: convegno dal titolo "Bollicine del nuovo millennio, dalla vigna al bicchiere"

17/05/2018 EGST: Keep calm and travel, blogging day con Clelia Mattana

 

CONSORZIO UNO Chiostro del Carmine, via Carmine - Oristano, Codice fiscale: 90021620951 - Partita IVA: 01128230958 - Iscritto al Registro Imprese di Oristano, n. 90021620951 - REA: OR - 113742
Centralino: tel. 0783 778005 - Segreteria studenti: tel. 0783 779086, Email segreteria@consorziouno.it - Privacy policy - Credits - webmail webmail