UNO L'Università a Oristano

Consorzio UNO - L'Università a Oristano

Menu principale

L'Università a Oristano

UNOrienta

Servizi

Servizi OnLine

Ricerca e Territorio

Multimedia

Notizie e Rassegna stampa

Contatti

Trasparenza


Home > Notizie e Rassegna stampa > Rassegna Stampa > 2017 > «Il Chiostro del Carmine è la casa dell’Università»
Stampa il contenuto

«Il Chiostro del Carmine è la casa dell’Università»

26 gennaio 2017

Nuovo botta e risposta fra il Consorzio Uno e il commissario della Provincia

Oristano - Il Consorzio Uno non andrà via dal Chiostro del Carmine: la sua permanenza è prevista dallo Statuto e dalle delibere dell’Amministrazione provinciale. Lo ha detto il presidente del Consorzio universitario, Gianvalerio Sanna, nel corso dell’affollata assemblea promossa dall’ente dopo la diffida della Provincia a lasciare i locali di via Carmine.

IL PRESIDENTE Gianvalerio Sanna ha ripercorso il cammino dei 20 anni dell’università, nata per far crescere un territorio e dare nuove opportunità di studio in Sardegna. Ha ricordato che l’interesse primario del Consorzio rimane quello di garantire l’istruzione e il proseguo dei corsi agli attuali oltre 800 studenti. «In questi 20 anni si sono laureati 1.020 ragazzi - ha ricordato Sanna - e molti di loro hanno trovato anche lavoro». Ha osservato come il Consiglio direttivo non percepisce indennità e ribadito che se la Provincia ha necessità di risorse deve chiederle alla Regione. Infine ha messo in evidenza un pericolo che arriva da Cagliari: l’università vorrebbe creare alcuni corsi con una parte delle specificità che possiede Oristano. «La vostra presenza dimostra che questa istituzione appartiene a voi», ha detto Sanna.

IL COMMISSARIO Massimo Torrente ha ricordato come la decisione del canone sia stata presa dalla precedente amministrazione e che la richiesta dell’affitto è legata alla razionalizzazione delle partecipate. Ha confermato che la Provincia farà il possibile per trovare un accordo.

I COMMENTI Analogo il discorso di Guido Tendas, che ha invitato le parti a sedersi al tavolo e trovare una soluzione. I docenti Giuseppe Melis, Annalisa Del Pin e Raimondo Zucca hanno ribadito che Oristano «è oggi un gioiello a livello regionale e va tutelato e difeso ad ogni costo». Il deputato Caterina Pes ha sollecitato «un tavolo tecnico, nell’interesse degli studenti e dei lavoratori». Il consigliere regionale Franco Sabatini ha ricordato che «l’Università di Oristano è un presidio culturale strategico e fondamentale per il territorio. Non può venire meno un servizio che per vent’anni ha garantito la formazione ». (e. s.)


CONSORZIO UNO Chiostro del Carmine, via Carmine - Oristano, Codice fiscale: 90021620951 - Partita IVA: 01128230958 - Iscritto al Registro Imprese di Oristano, n. 90021620951 - REA: OR - 113742
Centralino: tel. 0783 778005 - Segreteria studenti: tel. 0783 779086, Email segreteria@consorziouno.it - Privacy policy - Credits - webmail webmail