UNO L'Università a Oristano

Consorzio UNO - L'Università a Oristano

Menu principale

L'Università a Oristano

UNOrienta

Servizi

Servizi OnLine

Ricerca e Territorio

Multimedia

Notizie e Rassegna stampa

Contatti

Trasparenza


Home > Notizie e Rassegna stampa > Rassegna Stampa > 2018 > Gli studenti danno i voti: troppo impegno e poco lavoro, università italiane bocciate
Stampa il contenuto

Gli studenti danno i voti: troppo impegno e poco lavoro, università italiane bocciate

22 gennaio 2018

ROMA - Carichi di lavoro eccessivi e difficoltà a conciliare socializzazione e studio, i ragazzi italiani percepiscono la loro vita da universitari come insoddisfacente, soprattutto poiché valutano come inutile il loro impegno, rispetto alle prospettive di lavoro dopo la laurea.

Sodexo, società che si occupa di migliorare i servizi all'interno dei campus universitari, ha realizzato un sondaggio su oltre 4mila universitari in sei Paesi: India, Cina, Regno Unito, Stati Uniti, Spagna e, appunto, Italia. Quasi 4 universitari italiani su 10, cioè il 38 per cento, rivelano di non essere soddisfatti della propria vita e in pratica la metà, il 46 per cento, si dice non contento del proprio percorso accademico. Le percentuali sono molto diverse negli altri Paesi oggetto di studio, poiché si dicono soddisfatti degli studi proprio e della vita da studenti l'82 per cento degli indiani, il 76 per cento dei cinesi, il 75 per cento degli inglesi, il 73 per cento degli americani e il 70 per cento degli spagnoli.

Non basta, per commentare i dati, considerare che nei Paesi in cui l'accesso a un'istruzione accademica è un privilegio, come l'India appunto, possa bastare essere universitari per sentirsi quasi arrivati. A preoccupare è infatti lo scarto consistente tra il dato italiano e quello di altri Paesi europei, come Regno Unito e Spagna.

Il 36 per cento dei nostri studenti ha perciò pensato almeno una volta di abbandonare l'università, contro il 5 per cento dei cinesi e il 20 per cento degli indiani, preceduti solo dai pari età inglesi (37 per cento, ma per loro l'abbandono coincide con il lavoro). Gli italiani che hanno partecipato al sondaggio lamentano l'eccessivo carico di lavoro (il 51 per cento), la mancanza di equilibrio tra studio, socializzazione e lavoro (44 per cento) e la possibilità di trovare un'occupazione dopo la laurea (43 per cento).

Leggi l'articolo integrale su repubblica.it

 


CONSORZIO UNO Chiostro del Carmine, via Carmine - Oristano, Codice fiscale: 90021620951 - Partita IVA: 01128230958 - Iscritto al Registro Imprese di Oristano, n. 90021620951 - REA: OR - 113742
Centralino: tel. 0783 778005 - Segreteria studenti: tel. 0783 779086, Email segreteria@consorziouno.it - Privacy policy - Credits - webmail webmail