UNO L'Università a Oristano

Consorzio UNO - L'Università a Oristano

Menu principale

L'Università a Oristano

UNOrienta

Servizi

Servizi OnLine

Ricerca e Territorio

Multimedia

Notizie e Rassegna stampa

Contatti

Trasparenza


Home > Notizie e Rassegna stampa > Rassegna Stampa > 2018 > La Regione mette a disposizione 13 milioni di euro, decisivo il dialogo con gli studenti Borse di studio, fondi quadruplicati
Stampa il contenuto

La Regione mette a disposizione 13 milioni di euro, decisivo il dialogo con gli studenti Borse di studio, fondi quadruplicati

26 giugno 2018

Opportunità per 9mila universitari Un aumento del 433% sui fondi a disposizioni per le borse di studio universitarie è la risposta della Regione alla necessità di aumentare sempre di più il livello degli atenei, le competenze e l'accesso allo studio per i giovani isolani.

«Serve una qualità sempre migliore e le condizioni materiali affinché i ragazzi possano frequentare l'università», sottolinea il presidente della Regione, Francesco Pigliaru. Ieri mattina c'è stata la presentazione di un provvedimento che permetterà di ampliare la platea dei beneficiari delle borse di studio, grazie a un incremento dei finanziamenti e le modifiche alla soglia Isee.
PIÙ FONDI Nel bilancio del 2018 sono stati messi a disposizione 13 milioni ai quali si aggiungono ulteriori 4,2 milioni di fondi europei. È stata innalzata la soglia del reddito Isee da 20 a 23 mila euro per rientrare tra i beneficiari delle borse di studio che quest'anno potranno essere assegnate a 9.000 studenti. «In questo modo», spiega l'assessore regionale all'Istruzione, Giuseppe Dessena, potremo garantire agli studenti fuori sede la quota massima di 5.200 euro per la borsa di studio». Dessena sottolinea «il grande investimento fatto dalla Giunta in questo settore visto che nel 2014 le borse di studio erogate erano praticamente la metà».

LE CIFRE Oltre le borse per gli studenti fuori sede, gli altri importi ammontano a 2.852,71 euro per lo studente pendolare e 1.950,44 euro per lo studente in sede. Per il servizio abitativo è prevista una riduzione su base annua pari a 1.990,25 euro, mentre per il servizio ristorazione ci sarà una riduzione di 600 euro.

GLI ATENEI Maria Del Zompo, rettore dell'Università di Cagliari, non si ferma solo ai ringraziamenti all'esecutivo, che «dimostra grande lungimiranza», e ricorda il «grande lavoro fatto dagli studenti e dalle associazioni studentesche che hanno portato avanti questa battaglia». Del Zompo si sofferma sul fatto che «studiare è un sacrificio e le borse di studio lo rendono un po' meno gravoso». Federico Orrù, rappresentante degli studenti, dice: «È una grande vittoria ma la battaglia continua perché ci sono nuovi fronti come la mobilità e l'accesso al materiale didattico».

IL DOPO CRISI Presente anche il consigliere regionale del Pd, Roberto Deriu, convinto che «oggi l'Università sarda sia salva dopo aver rischiato di essere commissariata». Deriu poi fa notare che «avere 9 mila borse di studio è una notizia positiva, ma significa che ci sono 9 mila famiglie in difficoltà».
M. S


CONSORZIO UNO Chiostro del Carmine, via Carmine - Oristano, Codice fiscale: 90021620951 - Partita IVA: 01128230958 - Iscritto al Registro Imprese di Oristano, n. 90021620951 - REA: OR - 113742
Centralino: tel. 0783 778005 - Segreteria studenti: tel. 0783 779086, Email segreteria@consorziouno.it - Privacy policy - Credits - webmail webmail