UNO L'Università a Oristano

Consorzio UNO - L'Università a Oristano

Menu principale

L'Università a Oristano

UNOrienta

Servizi

Ricerca e Territorio

Multimedia

Notizie e Rassegna stampa

Contatti


Università degli Studi di Cagliari Università degli Studi di Sassari
Home > UNOrienta

Cos_è-l_università

L'università è una istituzione di "alta cultura" in cui, in funzione del principio di autonomia riconosciuto dall'art. 33 della Costituzione italiana, si esercitano il libero insegnamento e la libera ricerca.

Da una parte l'università è quindi deputata alla formazione e cioè trasmette delle conoscenze. Questo avviene attraverso l'erogazione della didattica, ovvero tutte le attività che i docenti portano avanti (lezioni, seminari, esercitazioni) e che sono lo strumento principe del tuo apprendimento, a cui concorre naturalmente anche lo studio individuale a casa. Oltre alla didattica, l'università si occupa di accrescere il sapere della comunità con l'attività di ricerca affinchè le conoscenze trasmesse siano sempre in continuo aggiornamento. In questa attività sono impegnati docenti e ricercatori che studiano determinati argomenti e che poi pubblicano i risultati delle proprie ricerche.

La più antica università italiana è l'Università di Bologna, che è stata fondata nel 1066. Le due università sarde sono più recenti: quella di Sassari è stata fondata nel 1562, quella di Cagliari nel 1626.

Come-è-organizzata-l_università

Il sistema universitario italiano prevede diversi livelli di formazione: corsi di laurea di primo livello, corsi di laurea magistrale, master di 1° livello, master di 2° livello, scuole di specializzazione, dottorati di ricerca.

Il corso di laurea di primo livello è un percorso triennale che conferisce una preparazione professionalizzante, ovvero trasferisce allo studente competenze già spendibili nel mondo del lavoro. Dopo la laurea di primo livello il laureato può frequentare un master di primo livello (corso di perfezionamento altamente orientato a un settore d'interesse) oppure proseguire con altri due anni di formazione con il corso di laurea magistrale, che portano al conseguimento della laurea di secondo livello. Con la laurea di secondo livello, chi volesse qualificarsi ulteriormente può accedere a un master di secondo livello, a un dottorato di ricerca o a una scuola di specializzazione.

Raggiunto uno qualunque di questi livelli formativi, il laureato può decidere di immettersi nel mondo del lavoro consapevole che esistono lauree triennali che, più di altre, danno buone opportunità di inserimento. Con maggiori competenze si è più competitivi nel mondo del lavoro e quindi si può ambire a ruoli di maggior prestigio.

Nelle pagine linkate troverai le informazioni sui corsi di laurea dell'Università di Cagliari, dell'Università di Sassari e sui corsi di laurea che hanno sede a Oristano. Se invece cerchi informazioni sui corsi di laurea delle altre università italiane puoi provare a navigare nelle pagine del MIUR, il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. 

Iscrizioni-all_università-cosa-serve

  1. Titolo di studio: il primo requisito fondamentale è il possesso del diploma di scuola superiore quinquennale.
  2. Iscrizione al test d'ingresso: per tutti i Corsi di Laurea attivi in Italia è previsto un test d'ingresso obbligatorio, al quale occorre iscriversi. L'esito del test non è vincolante per l'iscrizione ma ha semplicemente l'obiettivo di valutare la tua preparazione iniziale ed eventuali lacune colmabili con dei corsi di recupero. Questo meccanismo consente allo studente di iniziare a frequentare i corsi universitari con una buona preparazione di base, il più possibile omogenea per tutti i frequentanti.
  3. Superamento dell'esame di ammissione: solo nel caso in cui il Corso di Laurea a cui sei interessato preveda il numero programmato, ovvero un numero di posti predefinito, è necessario sostenere e superare un esame di ammissione. In questo caso il test è selettivo e serve a produrre una graduatoria: si iscriveranno solo i più meritevoli fino alla copertura dei posti disponibili. L'oggetto del test può variare dalle materie di base a elementi più generali (logica, comprensione del testo, problem solving) ma può anche vertere sulle materie del corso di laurea stesso.
  4. Pagamento tasse: per iscriversi e frequentare i corsi universitari occorre pagare le tasse che non sono uguali per tutti ma vengono calcolate sulla base di alcuni parametri quali: il reddito familiare, la numerosità del nucleo familiare di appartenenza, la distanza della residenza dello studente dalla sede universitaria, il merito. 

La-scuola-è-finita

All'università troverai un sistema diverso da quello scolastico a cui sei abituato. Un primo cambiamento riguarda l'anno formativo, chiamato accademico e non più scolastico, e la divisione in semestri anzichè in quadrimestri. Non esistono più le interrogazioni o i compiti in classe pianificati dall'insegnante ma sono previsti degli esami, scritti e/o orali, a cui dovrai iscriverti e presentarti in maniera autonoma. Lo studio è, in linea generale, autogestito. Anche le lezioni sono impostate diversamente: all'attività d'aula si integrano esercitazioni, visite didattiche e viaggi di studio.

Parlando di esami è importante prendere confidenza con alcuni concetti fondamentali: il piano di studi, il credito (CFU) e il voto. Nel piano di studi trovi l’elenco delle materie che devi seguire, divise per anno accademico. Accanto a ogni materia è collocato un numero che rappresenta i crediti previsti per ciascuna materia. Il credito formativo misura il carico didattico, l’impegno dello studente, ossia il numero di ore di lezione che deve frequentare per quell’insegnamento, la quantità di programma su cui deve prepararsi e lo studio individuale a casa. Risulta pertanto intuitivo che gli esami che hanno maggior numero di crediti prevedono più ore di lezione e, presumibilmente, più ore di studio. Il credito non sostituisce il voto. Mentre il credito misura quanto “pesa” quell’esame, il voto valuta il profitto ovvero la preparazione dello studente al momento della verifica. Per superare l’esame lo studente deve raggiungere un voto minimo di 18 fino a un massimo di 30. In tutti i casi, al superamento dell’esame e indipendentemente dal voto, si acquisiscono i crediti previsti per quell’insegnamento. La votazione è importante ai fini della media finale che concorre a determinare il voto di laurea, calcolato oltre che sulla carriera anche su altri parametri come la discussione dell’elaborato finale, il totale degli anni di carriera, eventuali esperienze di studi all’estero.

La-laurea

A chi segue un percorso universitario e lo conclude positivamente è riconosciuto un titolo che attesta formalmente le competenze acquisite. Per raggiungere la laurea, oltre a superare gli esami, occorre svolgere un tirocinio pratico in aziende d’interesse o in strutture dell’università. Con la riforma del sistema universitario il tirocinio ha assunto un ruolo centrale perché oltre a rappresentare il primo vero contatto col mondo del lavoro è un esperienza che andrà poi descritta, corredata da eventuali ricerche o lavori sperimentali, nel report finale, più noto come tesi. Questo lavoro andrà presentato e discusso davanti a una commissione di docenti che darà una valutazione dell'elaborato espressa in centodecimi con eventuale lode.

Per conseguire la laurea di primo livello occorre acquisire 180 crediti. Chi intende conseguire anche la laurea di II livello dovrà acquisire ulteriori 120 crediti.

CONSORZIO UNO Chiostro del Carmine, via Carmine - Oristano, Codice fiscale: 90021620951 - Partita IVA: 01128230958
Centralino: tel. 0783 778005, fax 0783 778006 - Segreteria studenti: tel. 0783 779086, Email segreteria@consorziouno.it - Privacy policy - Credits - webmail webmail