UNO L'Università a Oristano

Consorzio UNO - L'Università a Oristano

Menu principale

L'Università a Oristano

UNOrienta

Servizi

Servizi OnLine

Ricerca e Territorio

Multimedia

Notizie e Rassegna stampa

Contatti

Trasparenza


Home > Ricerca e Territorio > Convegni e Seminari > 2013-2014 > Convegno internazionale: Interazioni culturali fra indigeni della Libye e fenici in Tunisia e fra sardi e fenici in Sardegna (Il caso di Monte Prama).
Stampa il contenuto

Convegno internazionale: Interazioni culturali fra indigeni della Libye e fenici in Tunisia e fra sardi e fenici in Sardegna (Il caso di Monte Prama).

19 marzo 2014 - Intissar Sfaxi (Université Marseille – Aix-en-Provence), Mounir Fantar (INP – Tunis), Paolo Bernardini (Scuola di Specializzazione-Nesiotikà), Raimondo Zucca (Scuola di Specializzazione-Nesiotikà)

NESIOTIKA

AS_Sfingi_cr

19 marzo 2014 - Nella giornata di mercoledì 19 Marzo, a partire dalle ore 14.30, si è tenuto al Chiostro del Carmine, nell'ambito delle attività della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici di Oristano, un convegno internazionale dal titolo "Interazioni culturali fra indigeni della Libye e fenici in Tunisia e fra sardi e fenici in Sardegna (Il caso di Monte Prama)".

Il convegno ha messo a confronto gli studi sulla cultura libica e fenicia in Tunisia, con particolare riferimento al tema della lingua e delle scritture libiche ed a quello della costituzione urbana attraverso il modello fenicio, e le indagini sulla cultura sarda e fenicia in Sardegna, con particolare riferimento al tema della organizzazione sociale alla base del complesso di Monte Prama (Cabras-OR). E' apparso rilevante osservare che la cultura libica dell'entroterra del Golfo Neapolitano in Tunisia acquisisce dal mondo fenicio la scultura a rilievo, come documenta limpidamente la protome taurina e la coppia di sfingi, guardiane di una tomba a camera libica, nella necropoli di Jbel Sidi Zid, così come la cultura sarda dell'entroterra del Golfo di Oristano acquisisce dal mondo levantino l'idea della grande scultura a tutto tondo elaborata nelle officine locali di Monte Prama.

Il programma del convegno ha previsto i seguenti interventi:
Intissar Sfaxi (Université Marseille – Aix-en-Provence): "Langue et écritures libyques: intérêt - états des recherches"
Mounir Fantar (INP – Tunis): "Esquisse de réflexion sur la ville phénico-punique: quelques données linguistiques, historiographiques et archéologiques"
Paolo Bernardini, Raimondo Zucca (Scuola di Specializzazione-Nesiotikà): "Monte Prama tra sardi e fenici"

 


CONSORZIO UNO Chiostro del Carmine, via Carmine - Oristano, Codice fiscale: 90021620951 - Partita IVA: 01128230958 - Iscritto al Registro Imprese di Oristano, n. 90021620951 - REA: OR - 113742
Centralino: tel. 0783 778005 - Segreteria studenti: tel. 0783 779086, Email segreteria@consorziouno.it - Privacy policy - Credits - webmail webmail