UNO L'Università a Oristano

Consorzio UNO - L'Università a Oristano

Menu principale

L'Università a Oristano

UNOrienta

Servizi

Servizi OnLine

Ricerca e Territorio

Multimedia

Notizie e Rassegna stampa

Contatti

Trasparenza


Home > Notizie e Rassegna stampa > Rassegna Stampa > 2017 > Nuovi tagli all’università la ribellione del Nuorese
Stampa il contenuto

Nuovi tagli all’università la ribellione del Nuorese

3 gennaio 2017

NUORO. La riduzione del finanziamento regionale per la sede universitaria della Sardegna centrale promette di far scattare l'agitazione delle forze politiche ed economiche nel territorio. Nei giorni scorsi hanno manifestato dissenso gli amministratori municipali del capoluogo e alcuni dirigenti del settore imprese. Mentre i consiglieri regionali eletti nella provincia pensano di portare la vertenza direttamente a Cagliari, nella sede della giunta, guidata da Francesco Pigliaru, a cui non viene perdonato il taglio di 134mila euro dello stanziamento annuale, sino all'anno passato di 2 milioni e 700mila.

L'esponente di Forza Italia Pietro Pittalis, all'opposizione nei banchi dell'assemblea sarda, ritiene la delibera un nuovo atto di disattenzione nei confronti del Nuorese: «Il disappunto è proprio questo, non tanto la differenza rispetto allo stanziamento degli anni precedenti. La richiesta che porterò alla Regione è di ripristinare il sistema precedente all'amministrazione di Renato Soru, con l'inserimento nel bilancio triennale di un capitolo specifico per la sede accademica di Nuoro. Conto che su questa linea convergano i colleghi del territorio, a prescindere dai colori del partito».

La prima sponda appare all’orizzonte ed è della consigliera Pd di Borore, Daniela Forma: «Il nostro programma di governo prevede la centralità di Nuoro quale polo culturale e formativo. La ripartizione delle risorse dovrebbe essere quindi conseguente rispetto agli obiettivi programmatici che il centrosinistra si è dato». Il fondo di cui parla l’esponente regionale Pd è quello individuato per le sedi decentrate, di 5 milioni e 900mila euro. A Nuoro ne sono stati destinati 2 milioni e 578mila. La restante parte è stata divisa tra la sede di Oristano (2 milioni e 200mila euro) e singoli indirizzi di studio attivati dalle università maggiori a Olbia e Alghero. La scelta di andare oltre nella localizzazione di indirizzi e attività didattiche sarebbe oggi la causa del taglio dei 134mila euro. Il 5 per cento del totale e in ogni caso mal digerito a Nuoro perché arrivato dopo la sforbiciata del 2014, quando sono stati 800mila gli euro in meno rispetto allo stanziamento storico, del fondo indistinto regionale. La lotta congiunta dei nuoresi delle due fazioni politiche sarà proprio indirizzata a smantellare lo strumento, convinti che quando si tratta di dividere tra più pretendenti il Nuorese ne esce sempre perdente, secondo il concetto manifestato nei giorni scorsi da Totoni Sanna, presidente di Legacoop, preoccupato dei contraccolpi anche economici del ridimensionamento dell'attività universitaria.

In via Salaris, sede del consorzio, si attendono gli eventi. C'è la promessa – espressa anche dal consigliere Pd, Roberto Deriu – che lo stanziamento possa essere reintegrato, con un'aggiunta tra i capitoli del bilancio 2017, prossimo ad arrivare in Consiglio regionale.
Il commissario Fabrizio Mureddu evita le polemiche, ma richiama la Regione alle esigenze della sede nuorese: «Da parte nostra c'è uno sforzo per migliorare la qualità dei corsi e per portare in città altre specializzazioni. I primi dati ci danno conforto, se pensiamo che a ottobre abbiamo chiuso le iscrizioni con un aumento del 30 per cento delle matricole. Altra nota rilevante il passaggio da 30 a 50 di posti in Infermieristica. Queste come altre operazioni simili hanno però bisogno di fondi adeguati e certi, non stanziati in chiusura dell'anno accademico».


Ultime Notizie

Welcome Day UNO Welcome Day UNO
16 ottobre 2018 - Mercoledì 24 ottobre, a partire dalle ore 12.00 nel cortile del Chiostro, torna il nostro “Welcome Day”, il tradizionale appuntamento per dare il benvenuto alle matricole dell'Anno Accademico 2018/2019 e per salutare tutti gli studenti e i docenti di UNO

09/10/2018 TVEA VE II e III: conferenza "La storia del vino: dalle origini ai giorni nostri"

13/09/2018 Aperiturismo: "Sardegna Grandi Eventi"

11/09/2018 Nesiotikà: XI-XII missione archeologica a Neapolis (Nabeul-Tunisia)

18/07/2018 Seminario: “Creare un’offerta turistica integrata: l’importanza di fare rete”

09/07/2018 Nesiotikà: I missione archeologica a Pollentia (Maiorca)

02/07/2018 Presentazione LM in Qualità e Sicurezza dei Prodotti Alimentari

29/05/2018 EGST: ha preso il via il laboratorio di Web Marketing Turistico

 

CONSORZIO UNO Chiostro del Carmine, via Carmine - Oristano, Codice fiscale: 90021620951 - Partita IVA: 01128230958 - Iscritto al Registro Imprese di Oristano, n. 90021620951 - REA: OR - 113742
Centralino: tel. 0783 778005 - Segreteria studenti: tel. 0783 779086, Email segreteria@consorziouno.it - Privacy policy - Credits - webmail webmail