UNO L'Università a Oristano

Consorzio UNO - L'Università a Oristano

Menu principale

L'Università a Oristano

UNOrienta

Servizi

Servizi OnLine

Ricerca e Territorio

Multimedia

Notizie e Rassegna stampa

Contatti

Trasparenza


Home > Notizie e Rassegna stampa > Rassegna Stampa > 2018 > Elezioni, è l'ora degli studenti
Stampa il contenuto

Elezioni, è l'ora degli studenti

11 novembre 2018

UNIVERSITÀ. Posticipata la data: le urne saranno aperte il 4 e 5 dicembre

Il voto per Senato accademico, cda, Consigli di corso e di facoltà
Appuntamento con le urne per gli studenti universitari. Si voterà il 4 e 5 dicembre, date stabilite dopo la proroga concessa dall'Ateneo su richiesta delle associazioni studentesche. Il rischio, infatti, di non poter candidare alcuni (soprattutto quelli del primo anno per problemi tecnici legati alle procedure di iscrizione e immatricolazione) ha spinto il rettorato a modificare la data (21 e 22 novembre) e posticipare le elezioni. La grande corsa è ora iniziata e oggi è l'ultimo giorno a disposizione delle liste per definire e mettere a punto tutte le candidature, da presentare entro domani. Il 22 scade invece il termine per la presentazione e la sottoscrizione delle liste.

IN CAMPO  A contendersi i voti di questa tornata elettorale 2018-2020, per eleggere le rappresentanze studentesche negli organi collegiali, saranno Unica 2.0, Progetto studenti, Scida e Azione universitaria. In ballo i tre posti nel Senato accademico (6 candidabili da ciascuna lista) e i due nel cda dell'Università (4 candidabili), i più importanti organi di governo dell'Ateneo nei quali gli studenti aspirano a sedersi potendo incidere sulle decisioni che più li riguardano. Altre sedi in cui avranno voce, e nelle quali concorrono i candidati, sono i Consigli di corso e di facoltà, oltre al Comitato per lo sport. Fino al 15 novembre resteranno in carica gli attuali rappresentanti degli studenti. «Ci è stata concessa una proroga del mandato», spiega Pietro Ennas, voce di Progetto studenti nel Senato accademico e in corsa per il cda dell'Università. «Ci auguriamo che nel periodo in cui la nostra rappresentanza rimarrà scoperta non vengano prese decisioni negli organi collegiali che riguardino gli studenti». Come già per l'Ersu, anche in questa occasione la procedura sarà esclusivamente telematica. «Ecco perché abbiamo chiesto di verificare che il sistema funzioni alla perfezione», fa sapere Emilio Serra, candidato con l'esordiente Azione universitaria per il Consiglio di corso di Giurisprudenza e di facoltà del polo giuridico ed economico. «Ci sono ancora problemi e diversi studenti, soprattutto del primo anno, non hanno ancora la loro area personale, indispensabile per sottoscrivere le liste. Ci presentiamo per la prima volta, rappresentando l'alternativa alle altre liste e con l'obiettivo di concentrarci sui problemi più sentiti, come il pagamento delle tasse e gli appelli».

LE LISTE  Tra i candidati di Unica 2.0 c'è Martina Escana, in corsa per cda, corso di Filosofia e Consiglio di facoltà degli Studi umanistici. «È la prima volta che mi metto in gioco: uno dei nostri cavalli di battaglia sono le lauree magistrali, visto che nel nostro ateneo più della metà dei corsi è triennale». I giovani indipendentisti sardi corrono sotto l'egida di Scida, come Costantino Pala, candidato nel consiglio di facoltà di Scienze e di corso di Geologia. Il loro obiettivo? «Un'Universita pubblica sarda con materie insegnate e studiate in sardo».
Carla Raggio


CONSORZIO UNO Chiostro del Carmine, via Carmine - Oristano, Codice fiscale: 90021620951 - Partita IVA: 01128230958 - Iscritto al Registro Imprese di Oristano, n. 90021620951 - REA: OR - 113742
Centralino: tel. 0783 778005 - Segreteria studenti: tel. 0783 779086, Email segreteria@consorziouno.it - Privacy policy - Credits - webmail webmail