UNO L'Università a Oristano

Consorzio UNO - L'Università a Oristano

Menu principale

L'Università a Oristano

UNOrienta

Servizi

Servizi OnLine

Ricerca e Territorio

Multimedia

Notizie e Rassegna stampa

Contatti

Trasparenza


Home > Notizie e Rassegna stampa > Rassegna Stampa > 2019 > Finanza d'impatto, un ruolo per l'isola
Stampa il contenuto

Finanza d'impatto, un ruolo per l'isola

25 giugno 2019

La Sardegna sperimenta investimenti con effetti socio-ambientali

CAGLIARI - Per finanza d'impatto si intende quel settore di investimenti in grado di generare, appunto, un impatto sociale e ambientale in aggiunta a un ritorno finanziario. Il tema sta catalizzando un sempre maggiore interesse da parte di investitori, studiosi e policy maker per via del formidabile potenziale di sviluppo che questo tipo di strumenti sono in grado di attivare in innumerevoli campi della vita economica e sociale.

La Sardegna, in particolare, si presta ad essere un laboratorio di sperimentazione di pratiche virtuose delle quali esistono già numerosi e significativi esempi. Di tutto ciò si discuterà giovedì a Cagliari nel convegno organizzato dal dipartimento di scienze economiche e aziendali dell'università di Cagliari in collaborazione con l'università di Roma La Sapienza, il Center for positive finance Unitelma Sapienza e Social Impact Agenda per l'Italia. Il parterre sarà composto dai più autorevoli studiosi italiani del tema, da operatori dell'ecosistema finanziario locale, da esperti della pubblica amministrazione e del settore privato. Il via alle 15 nell'Aula A del Polo universitario di viale Sant'Ignazio.

Del ruolo dell'isola discuteranno, nella tavola rotonda alle 17.15 con il coordinamento di Luca Piras e l'intervento di Rosella Carè, Riccardo Barbieri (consigliere di amministrazione Sfirs), Francesco Sanna (presidente Fidicoop Sardegna), Massimo Temussi (direttore generale dell'agenzia regionale per il lavoro, e Matteo Muntoni, bando innovazione sociale. I lavori si protrarranno fino alle 18.30 con le conclusioni di Riccardo De Lisa, docente di economia degli intermediari finanziari, che con i colleghi Rosella Carè e Luca Piras ha curato l'organizzazione dell'iniziativa. La finanza d'impatto è un nuovo modo di partecipazione privata ai sempre più gravosi e sempre meno sostenibili impegni finanziari pubblici. (a.palm.)


CONSORZIO UNO Chiostro del Carmine, via Carmine - Oristano, Codice fiscale: 90021620951 - Partita IVA: 01128230958 - Iscritto al Registro Imprese di Oristano, n. 90021620951 - REA: OR - 113742
Centralino: tel. 0783 778005 - Segreteria studenti: tel. 0783 779086, Email segreteria@consorziouno.it - Privacy policy - Credits - webmail webmail